SCC.0056.0450 SCC.0056.0450
search

Cicerchia Nana del Fortore

Torre a Oriente
5,50 €
Tasse incluse

Peso netto: 450 g


Italia

Campania
Descrizione

Cicerchia Nana del Fortore in sacchetto di Iuta

COD: SCC.0056.0450
EAN: 8052570770144
Valori nutrizionali
Valori medi per 100 gr
Grassi
1,2 g
di cui saturi
0,3 g
Energia
303 kcal - 1276 kJ
Carboidrati
41 g
di cui zuccheri
2,3 g
Sale
0,055 g
Fibre
20 g
Proteine
21,3 g
Ingredienti

Cicerchia Nana del Fortore

Consigli e curiosità del tomolo

Il consumo della cicerchia, sembra sia il segreto di longevità e della bassissima incidenza di malattie cardiovascolari degli abitanti di Campodimonte, un paese della provincia di Latina, caratteristica che ha spinto l'Organizzazione Mondiale della Sanità a promuoverne uno studio approfondito.

La maledizione della cicerchia

La cicerchia è un legume antico, per secoli è stato trai principali alimenti dei contadini e degli stati più poveri della popolazione che la usavano in grande quantità per sfamarsi in periodi di stenti e carestie.
Il suo uso massiccio favorì la diffusione una sindrome neurologica chiamata "Latirismo" causato dalla presenza di un aminoacido, additata come tossica fu per molto tempo considerata il legume maledetto.

In realtà la probabilità di rimanere intossicati dalla cicerchia è bassissimo, praticamente dovremmo mangiare cicerchie tutti i giorni!
L'effetto della tossina è totalmente scongiurato dalla bollitura e dal preventivo ammollo tra le 12 e le 24 ore

Le proprietà della cicerchia

La composizione nutrizionale della cicerchia non è molto diversa dai legumi più noti e consumati come ceci e lenticchie e fagioli.
La cicerchia è ricca di:

  • fibre solubili e insolubili;
  • ha pochi grassi polinsaturi, quindi di ottima qualità;
  • vitamine del gruppo B; 
  • minerali, ferro, calcio, potassio, fosforo.

La cicerchia è adatta a tutte le età, ma in particolare agli anziani e ai soggetti che si trovano in uno stato di debolezza o in convalescenza.

Riduce i livelli di colesterolo nel sangue e aiuta il sistema cardiovascolare.

L'ammollo e la cottura delle cicerchie

Le cicerchie richiedono un lungo ammollo in acqua tiepida e salata per almeno 12 ore, rinnovata 2 o 3 volte, al termine della fase di ammollo devono essere sciacquate sono pronte per essere cucinate, con una bollitura di almeno 2 ore o di 40-60 minuti con la pentola a pressione.

Il suo sapore ricorda quello dei ceci, ma è più delicato, per questa ragione viene gustata al naturale e condita nel modo più semplice con un filo di olio EVO versato direttamente sul piatto e non cotto, sale, erbe aromatiche sbriciolate.

Esistono poi varie zuppe a base di cicerchie, minestre, vellutate tutte facilissime da fare aggiungendo i sapori che più preferiamo, pomodori, peperoncino piccante, aglio, pepe.   

Potrebbe interessarti

i nostri produttori

gli eroi di questa storia!

I prodotti Il Tomolo derivano solo da comunità piccole, radicate nel territorio, quelle storie belle che ti viene voglia di raccontare...
i nostri produttori
i nostri produttori
i nostri produttori