Salina di Cervia

La salina di Cervia e il suo sale Dolce

La salina di Cervia è la salina più piccola e più al nord d'Italia, è in una riserva naturale, in un'area protetta situata nel comune di Cervia.

La società del Parco della salina di Cervia è stata costituita nel 2002 grazie alla determinazione della comunità cervetese con un duplice scopo:

  • opporsi alla dismissione delle saline decisa dai Monopoli dello Stato che la consideravano piccola e antieconomica rispetto alle saline siciliane e pugliesi;
  • garantire l'ecosistema delle saline e valorizzarne l'aspetto ambientale ed ecologico e naturalistico.  

La salina è composta da 80 bacini circondati da un canale lungo 16 km che consente all'acqua del mare Adriatico di defluire in un fitto reticolo di canali L'azione del vento e del sole compiono l'ultimo prodigio del processo, l'acqua evaporando fa "precipitare" il sale.

La cultura dei salinari 

La raccolta del sale è detta tradizionalmente cavadura e avviene nella seconda metà del mese di agosto.

Il sale viene raccolto in maniera artigianale con il solo ausilio di un nastro trasportatore e di un trenino a carrelli.
Appena raccolto il sale è bagnato e assume il colore rosa, che gli deriva dal colore dell'acqua madre, dovuto alla presenza nei bacini saliferi dell'alga dunaniella, ricca di licopene e betacarotene.
Una volta messo a stagionare nell'aia il sale si asciuga e assume il tipico colore bianco.  

Ci sono 19 prodotti.

Visualizzati 1-12 su 19 articoli